Questo sito nasce dall’esigenza di condividere e poter diffondere studi scientifici, non sempre facilmente reperibili, realizzati anche in collaborazione con altri autori. Utilizzando le tecnologie oggi disponibili si è voluto creare un contenitore nel quale far confluire vari lavori svolti in ambito archeologico, architettonico o più genericamente nel settore dei beni culturali. Leggi tutto...

Montaldo di Mondovì

Montaldo

Un castello dell'area monregalese, sorto nel XII secolo e vissuto fino al XVI secolo, scavato per tutta la sua estensione nella prima metà degli anni ottanta. La pubblicazione dei risultati trovò la sua completa edizione nel primo volume di una nuova collana di Monografie della Soprintendenza Archeologica del Piemonte. L'approfondita analisi del considerevole numero di manufatti riportati alla luce, costituisce ancora oggi, dopo oltre vent'anni, un valido riferimento. L'intervento rimane ancora oggi uno dei pochi casi nell'Italia nord occidentale nei quali è stata indagata totalmente una fortificazione medievale. Vai alla pagina dedicata...

In evidenza

Stampa
PDF
14

M. CORTELAZZO, Le macine in cloritoscisto granatifero (pietra ollare) della Valle d’Aosta: dai “moleria” al “molendinum ad brachia”. Un importante prodotto d’esportazione dell’economia valdostana nel Medioevo, in Bulletin d’Études Préhistoriques et Archéologiques Alpines, Numéro spécial consacré aux «Actes du XIIIe Colloque sur les Alpes dans l’Antiquité», XXIV, Aoste 2013, pp. 89-124. 

particolare-di-US-490

M. CORTELAZZO – R. PERINETTI, La produzione di campane in Val d’Aosta tra IX e XVII secolo, in “Del fondere campane. Dall’archeologia alla produzione. Quadri regionali per l’Italia Settentrionale”, (a cura di S. Lusuardi Siena – E. Neri), Convegno organizzato dall’Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano 23-25 febbraio 2006, pp. 255-271. 

foto-101

E. BEDINI – M. CORTELAZZO, I reperti faunistici del castello di Quart: alimentazione e uso del suolo tra XIII e XVI secolo, in Bulletin d’Études Préhistoriques et Archéologiques Alpines”, Numéro spécial consacré aux «Actes du XIIIe Colloque sur les Alpes dans l’Antiquité»k, XXIV, Aoste 2013, pp. 189-206. 

bacino-1

M. CORTELAZZO, Santa Maria di Vezzolano: le ceramiche a lustro metallico della facciata, in Bollettino Storico Bibliografico Subalpino, Anno CXI, Fascicolo I – Gennaio-Giugno 2013, pp. 5-44. 

immagine-x-poster

P. CURDY – M. CORTELAZZO – S. ANSERMET, Gamsen (Valais) et Château de Cly (Vallée d’Aoste): deux ateliers de production de bracelets en pierre ollaire à l’âge du Fer, in Bulletin d’Études Préhistoriques et Archéologiques Alpines”, Numéro spécial consacré aux «Actes du XIIIe Colloque sur les Alpes dans l’Antiquité», XXIV, Aoste 2013, pp. 421-424. 

img1

R. PERINETTI – M. CORTELAZZO, Il complesso episcopale e le chiese di S. Lorenzo S. Orso di Aosta (Italia), in “La valorisation des sites archéologiques”, Actes du Colloque International de Martigny (Suisse), Cahier d’Archéologie Romande 134, Archeologia Vallesiana 10, Lausanne 2012, pp. 227-240. 

Invia un messaggio

Email:
Oggetto:
Messaggio:
Quanti occhi ha una persona?

The Roman Theatre in Aosta

Video Teatro Romano di Aosta

2D, 3D and archaelogical documentation of the whole area of the theatre. Go to video...

Cadran Solaire

Collection Cadran Solaire

Nel campo delle azioni volte ad una "salvaguardia attiva", la divulgazione occupa una parte molto importante. Dalla collaborazione tra l'Assessorato Istruzione e Cultura della Regione Autonoma Valle d'Aosta e la società IN.VA. S.p.A., dai dati emersi da una rigorosa ricerca scientifica, e dall'uso delle ultime tecnologie della comunicazione per immagini, è nata così la collana "Cadran Solaire". Maggiori informazioni...